Riepilogo notizie: FINANZIAMENTI, RITENUTE, CEDOLINI

Liquidazioni e cedolini dal 2013 - Cedolino Unico - Portale NoiPA

Riepilogo notizie: FINANZIAMENTI, RITENUTE, CEDOLINI

Messaggioda Info-Scuole.it » 08/02/2013, 11:54

A1 - SISTEMA DEI FINANZIAMENTI DAL MIUR
A2 - PROCEDURA CONVALIDA CONTRATTI
B - ADEMPIMENTI FISCALI E PREVIDENZIALI
C - LIQUIDAZIONI E CONSULTAZIONE CEDOLINI

(aggiornato a settembre 2013)

-------------------

A1 - SISTEMA DEI FINANZIAMENTI DAL MIUR:

Da Decreto-Legge n.95 del 06/07/12, conv. in Legge n.135 del 07/08/12
"Articolo 7 - comma 38
...Corrispondentemente, il Ministero dell’istruzione, dell’università e della ricerca provvede al monitoraggio dei contratti per i supplenti brevi stipulati dai dirigenti scolastici ed effettua controlli nei confronti delle istituzioni che sottoscrivano contratti in misura anormalmente alta in riferimento al numero di posti d’organico dell’istituzione scolastica.
"

Da Schede di Lettura della Camera dei Deputati
"...il MIUR monitora i contratti per le supplenze brevi stipulati dai dirigenti scolastici ed effettua controlli nei confronti delle istituzioni che li sottoscrivono in misura anormalmente alta in relazione al numero di posti di organico dell’istituzione scolastica.
Con riferimento a quest’ultimo aspetto, si ricorda che già l’art. 1, co. 605, lett. d), della L. 296/2006 ha previsto, da ultimo, (tramite apposito DM) l’avvio di un monitoraggio - da parte degli uffici scolastici provinciali - delle supplenze brevi allo scopo di ricondurre gli scostamenti ai valori medi nazionali.
"

da nota MIUR n.8110/2012
"Assegnazione per le supplenze brevi e saltuarie
La somma di euro PA13QUOTASUPPLENZE, ulteriore rispetto le risorse di cui ai precedenti paragrafi, costituisce l'assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie al netto degli oneri riflessi a carico dell'Amministrazione e dell'IRAP (lordo dipendente). Detta assegnazione è stata determinata sulla base di quanto disposto dal DM21/07.
In applicazione dell'art. 7, comma 38, del decreto legge 6 luglio 2012, n. 95, ("spending review"), convertito, con modificazioni, dalla legge 7 agosto 2012, n. 135, che ha esteso il cd. Cedolino Unico anche alle citate supplenze, detta somma di euro PA13QUOTASUPPLENZE non deve essere prevista in bilancio, né, ovviamente, accertata. La stessa dovrà essere invece gestita secondo le regole illustrate al successivo paragrafo "Supplenze brevi e saltuarie - gestione tramite cedolino unico".
...
Eventuali integrazioni e modifiche alla risorsa finanziaria per il PA13
...
Inoltre, questa Direzione generale comunicherà eventuali ulteriori somme, integrative della dotazione finanziaria di euro PA13QUOTASUPPLENZE come sopra assegnata per le supplenze brevi e saltuarie che non dovranno essere previste in bilancio nè tantomeno accertate (cfr. paragrafo "Supplenze brevi e saltuarie - gestione tramite cedolino unico")
...
Infine, si rimanda alle note recanti indicazioni per la predisposizione del Programma Annuale 2011 e 2012 le cui istruzioni di carattere generale circa le entrate, le spese e la gestione finanziaria si intendono integralmente richiamate anche nella presente, fatta eccezione per quelle relative i supplenti brevi e saltuari, che sono sostituite dalle istruzioni presenti in questa nota.
...
Supplenze brevi e saltuarie - Gestione tramite Cedolino Unico
....
Alla norma si darà attuazione in modo progressivo:
...
- durante l'e.f. 2013 le istituzioni scolastiche ed educative dovranno comunicare mensilmente a NoiPA i compensi delle supplenze brevi al lordo dipendente, tenuto conto del servizio effettivamente prestato e delle eventuali trattenute per assenze.
- a decorrere dall'e.f. 2014 NoiPA, una volta approntati i necessari sistemi informativi in collaborazione con questo Ministero, oltre a curare quanto sopra elencato provvederà direttamente alla fase di liquidazione dei compensi per supplenze brevi, basandosi sui contratti di servizio comunicati dalle istituzioni e sulle dichiarazioni di prestato servizio.
A decorrere dal 2013 nel bilancio delle istituzioni non dovrà più essere iscritta una previsione di entrata o di spesa per gli stipendi ai supplenti brevi e saltuari. Rimarranno naturalmente iscritti in bilancio gli eventuali residui riferiti agli ee.ff. 2012 e precedenti, salvo quanto sotto specificato.
All'inizio del prossimo esercizio finanziario, questa Direzione esaminerà gli impegni di spesa relativi l'e.f. 2012 iscritti nei bilanci di ciascuna istituzione scolastica ed educativa, al fine di regolare eventuali somme non coperte dalle assegnazioni già disposte nel corso del 2012 sulla base degli impegni sino al mese di novembre.
....
Quanto dovuto ai supplenti brevi per contratti e periodi afferenti l'e.f. 2013 e successivi sarà pagato esclusivamente mediante la nuova modalità.
Questa Direzione esaminerà i contratti inseriti sul SIDI dalle istituzioni, al fine di stimare il fabbisogno finanziario di ciascuna scuola e provvedere periodicamente alle occorrenti assegnazioni finanziarie. Tali assegnazioni saranno, come di consueto, comunicate alle scuole, che potranno quindi conoscere l'ammontare della risorsa finanziaria su cui fare affidamento per le richieste a NoiPA di pagamento. Tale ammontare sarà anche consultabile tramite apposite funzioni del sistema NoiPA. Nel caso in cui i contratti stipulati ed inseriti al SIDI prevedano una spesa molto alta in rapporto alle dimensioni della scuola potranno essere disposti controlli a cura di questo Ministero, ai sensi dell'ultimo periodo dell'articolo 7 comma 38 del decreto legge 95/2012, eventualmente anche avvalendosi dei revisori dei conti.
I contratti di supplenza dovranno essere "inseriti" sul sistema informativo SIDI, al fine di consentire a questa Direzione di avere conoscenza del fabbisogno finanziario di ciascuna scuola. Detto adempimento è necessario per poter provvedere all'assegnazione delle somme occorrenti per il pagamento, a cura di NoiPA, dei contratti medesimi. Si raccomanda in particolare di inserire sul sistema SIDI, qualora non si sia già provveduto, anche i contratti che pur iniziando nel 2012 terminino nel 2013. La Direzione generale per il personale scolastico diramerà a breve istruzioni circa i contratti in parola e le modalità di inserimento sul SIDI.
"

da nota NoiPA n.17/2013
"L’imputazione delle somme avviene su capitoli di Cedolino Unico appositamente istituiti dalle amministrazioni interessate.
Il sistema effettua il controllo di capienza nei capitoli di spesa attraverso il colloquio con il sistema della Ragioneria Generale dello Stato - SIRGS - sottosistema Spese Web (in modalità web-service) con risposta in tempo reale.
"

da nota MIUR n.2372/2013
"Qualora l’assenza del titolare si prolunghi senza soluzione di continuita’ e conseguentemente sorga la necessita’ di continuare a sostituirlo, si dovra’ utilizzare la funzione di caricamento di un nuovo contratto, rivolto prioritariamente al medesimo supplente gia’ in servizio ed avente data di inizio pari al giorno successivo rispetto la data termine del precedente contratto.
Non si dovra’ invece utilizzare la funzione denominata ‘comunica termine supplenza’ che e’ resa disponibile unicamente per comunicare l’eventuale termine anticipato della supplenza rispetto a quello originariamente inserito nel contratto.

Quanto sopra per consentire a questa Direzione di computare correttamente la somma da assegnare a ciascuna istituzione scolastica per il pagamento degli stipendi ai supplenti brevi e saltuari.
"

da nota MIUR n.3334/2013
"Continuano a pervenire richieste da parte delle istituzioni scolastiche di reintegro sui POS di somme necessarie al pagamento dei compensi dovuti ai supplenti brevi tramite procedura di cd “Cedolino unico”.
Con la presente si rammenta che l’integrazione disposta con ricorrente cadenza dalla scrivente Direzione Generale parte dalla contabilizzazione (a cura dell’Ufficio VI) degli importi stipendiali dovuti ai supplenti brevi per i contratti in corso, per cui è basilare l’inserimento da parte delle scuole dei relativi contratti al sistema informativo SIDI, secondo le istruzioni di cui alla guida operativa disponibile sul portale SIDI alla voce ‘Gestione assunzioni (gestione corrente)’ ‘guide operative’.
"

da nota MIUR n.6348/2013
"ASSEGNAZIONE PER LE SUPPLENZE BREVI E SALTUARIE
La somma di euro XX.XXX,XX, ulteriore rispetto le risorse di cui ai precedenti paragrafi, costituisce l’assegnazione base per le supplenze brevi e saltuarie al netto degli oneri riflessi a carico dell'Amministrazione e dell'IRAP (lordo dipendente) per il periodo settembre-dicembre 2013. Detta assegnazione è stata determinata sulla base di quanto disposto dal DM 21/07.
La predetta somma sarà integrata con cadenza di norma mensile sulla base dei contratti di lavoro sottoscritti coi supplenti brevi e correttamente comunicati a questa Direzione a mezzo delle apposite funzioni del sistema SIDI.
Al riguardo si rimanda alla Guida operativa SIDI per le funzioni di trasmissione dei contratti e si ribadisce di:
- validare i contratti inseriti a sistema avvalendosi dell’apposita funzione. I contratti non validati non sono visibili a questa Direzione e non saranno quindi presi in considerazione al fine dell’integrazione mensile dei fondi in questione (cfr. pag. 24 della Guida operativa SIDI per le funzioni di trasmissione dei contratti);
- specificare la qualifica contrattuale corretta, in particolare avendo cura di indicare quella corrispondente al grado di istruzione effettivo. Questa Direzione provvede all’integrazione mensile citata sulla base dei dati trasmessi; qualora detti dati siano errati, l’integrazione stessa sarà conseguentemente diversa da quella occorrente;
- sottoscrivere col diretto interessato e quindi caricare a sistema anche i contratti di lavoro coi quali si “proroga” il rapporto col supplente breve a seguito del prolungarsi dell’assenza che giustifica il rapporto stesso. Qualora ciò non avvenga, questa Direzione naturalmente non verrà messa in condizione di poter assegnare le risorse occorrenti.
"

-------------------

A2 - PROCEDURA CONVALIDA CONTRATTI:

MANUALE UTENTE
Gestione Assunzioni – Formalizzazione rapporto di lavoro t.d. periodi brevi
VERSIONE Ed. 1 Rev. 1/28-02-2013


"1 DESCRIZIONE DELLE FASI DEL PROCEDIMENTO AMMINISTRATIVO (PAG.6)
Il procedimento per le tipologie servizio N15, N16, N17 e N18 è sinteticamente descritto nel seguito.
1. Il dirigente scolastico predispone la lettera di individuazione e la proposta di assunzione, e la consegna all’interessato.
2. La segreteria scolastica predispone (mediante l’applicazione SIDI “Assunzioni (gestione Corrente)”) il contratto di assunzione; il contratto è conforme ai modelli concordati tra le Amministrazioni, e riporterà tutte le informazioni utili per la messa in pagamento effettuato a cura della DT.
3. L’aspirante supplente e il dirigente sottoscrivono le copie cartacee del contratto.
4. L’aspirante supplente fornisce alla Segreteria le informazioni per il pagamento (ex modello C-1) per l’inserimento o l’aggiornamento a Sistema (applicazione SIDI “Gestire dati partita di spesa fissa”).
5. Il dirigente scolastico convalida su SIDI il contratto ai fini della trasmissione; da questo momento è garantita la conformità delle copie cartacee con le informazioni acquisite a SIDI e quindi con quelle che saranno trasmesse.
.............
Integrazione dati contratto (PAG.56)
La funzione consente di integrare i dati di un contratto a tempo determinato per il personale della scuola per il quale è stato acquisito un servizio breve o di maternità.
Inoltre la funzione permette di richiedere la produzione della stampa del contratto, tale stampa verrà prodotta dal sistema informativo nel formato BOZZA, per i contratti N15, N16, N17 e N18 che richiedono la convalida da parte del Dirigente Scolastico mentre per i contratti N01, N19 e N20 che non richiedono tale validazione la stampa verrà prodotta nel formato definitivo.
.............
3.5 Funzione Elementare: Convalidare contratti supplenze brevi e saltuarie (PAGG.78-81)
La funzione consente al dirigente scolastico l’autorizzazione alla trasmissione dei contratti.
3.5.1 Modalità operative di acquisizione dati
Per accedere alla funzione in oggetto è necessario selezionare l’area “Gestione Assunzioni a Tempo Determinato => Gestione Flussi MEF” e dal menu la funzionalità Convalidare contratti.
3.5.2 Azioni del Sistema Informativo.
La funzione visualizza lo schermo 14, di ricerca:
• dei contratti stipulati presso la scuola, ancora da convalidare
• dei contratti già convalidati, se c’è necessità di “cancellare” la convalida.
Per la ricerca dei contratti da convalidare l’utente deve selezionare, dalla tendina “Cerca tra i contratti” la voce NON VALIDATI;
Se non viene indicato alcun dato anagrafico la funzione ricerca tutti i contratti da convalidare dell’istituzione scolastica che sta operando.
Se vengono inseriti i dati anagrafici, anche parziali, la funzione ricerca tutti i contratti da convalidare dell’istituzione scolastica che sta operando i cui intestatari soddisfano i criteri di ricerca anagrafica impostata..
La funzione fornisce in risposta lo schermo 15 con l’elenco dei contratti presenti in banca dati, sulla base dei criteri di ricerca impostati. L’utente può selezionare il contratto da convalidare e confermare selezionando il tasto “convalida”.
La funzione di Convalida verifica che il contratto contenga tutti gli elementi necessari, compresi quelli richiesti dal Tesoro per l’attivazione della partita di spessa. Se manca almeno uno di tali elementi, la funzione risponde con lo schermo 16, che esemplifica un caso di contratto incompleto.
In questo caso sarà cura della segreteria scolastica aggiungere le informazioni mancanti, con le apposite funzioni, secondo il caso ricorrente.
Se l’operazione di convalida non ha riscontrato dati mancanti, la funzione risponde con lo schermo 17. Da questo l’utente, selezionando il tasto “Indietro”, può ripetere l’operazione per altri contratti.
Se l’utente ha necessità di revocare la convalida (operazione possibile solo per contratti non ancora trasmessi), dallo schermo 14 può selezionare, dalla tendina “Cerca tra i contratti”, la voce VALIDATI; anche in questo caso la ricerca può riguardare tutti i contratti di competenza della scuola o solo quelli di un determinato nominativo.
In risposta la funzione emette lo schermo con l’elenco dei contratti convalidati (e non ancora trasmessi). L’utente può selezionare il contratto per il quale intende revocare la convalida e confermare selezionando il tasto “AnnullaConvalida”.
La funzione risponde con lo schermo 18 che conferma l’avvenuta operazione.

Nel caso di contratti per tipologia servizio N01, N19 e N20 con data inizio servizio maggiore od uguale al 01/01/2013 la funzione, quando viene richiesta la convalida di un contratto per un servizio con le caratterisitiche indicate, effettua ulteriori controlli.

La funzione fornisce un alert alla convalida del contatto se il “tempo pieno equivalente” supera il valore di soglia pari al 15% del numero di posti in organico di diritto, relativamente all’istituzione scolastica.
Tale soglia viene calcolata nel seguente modo:
(numero di giorni complessivi di supplenza nell’istituzione scolastica previsti nel mese dai contratti stipulati) / (numero di posti per il personale in esame in organico di diritto x 30).
Il numero dei giorni di supplenza nel mese viene calcolato considerando tutto il personale della stessa tipologia del personale del contratto che si sta convalidando, senza distinzione di tipo posto e/o classe di concorso per i docenti o di profilo per gli ATA, con lo stesso criterio vengono calcolati i posti in organico.
Vengono considerati per il calcolo solo i contratti con tipologia servizio N01-supplenza breve e saltuaria, N19-supplenza per la copertura di posto disponibile dopo il 31-12 e N20-supplenza breve fino alla nomina dell'avente diritto.
Per le supplenze a sostituzione del personale IRC il controllo non viene effettuato.
La funzione al raggiungimento del valore di soglia del 15% emette il messaggio (schermo 19):
"Attenzione. Il contratto che si sta inserendo, unitamente agli altri già comunicati, implica un tasso di sostituzione del personale più elevato rispetto alla soglia prevista."
Se il periodo di supplenza in esame si sviluppa su mesi diversi il siStema effettua il controllo indicato su ogni mese, se almeno un periodo supera la soglia indicata emette il messaggio di alert.

Nel caso di presenza dell’avviso di superamento della soglia del 15% l’utente deve confermare la volontà di convalidare il contratto in esame selezionando il tasto "conferma" in questo caso il contratto viene convalidato e il sistema registra sull’apposita base dati l’informazione che il contratto è stato convalidato nonostante il superamento della soglia.
"


EDS - Avviso del 21/03/13
OGGETTO: nota tecnica "Convalida contratti supplenti con pagamento ex art. 7 comma 38 D.L. 95/2012"


"Si comunica che sono stati definiti due nuovi stati del contratto per i servizi con tipologia “N01 - supplenza breve e saltuaria”, “N19 - supplenza per la copertura di posto disponibile dopo il 31-12” e “N20 - supplenza breve fino alla nomina dell'avente diritto” per i contratti la cui data inizio servizio è maggiore od uguale al 01/01/2013.
I nuovi stati sono:
- inserito per D.L. 95/2012;
- validato per D.L. 95/2012.

Il dirigente scolastico, utilizzando l’apposita funzione, convalida su SIDI il contratto predisposto
dalla segreteria; in tal modo il contratto passerà dallo stato di “bozza” a quello definitivo.
L’operazione di convalida è richiesta anche per i contratti con decorrenza 01/01/2013 o successiva, già acquisiti a SIDI.

Si sottolinea che per tali tipologie di supplenza non è prevista la trasmissione al MEF.
Si coglie l’occasione per ricordare che l’inserimento della supplenza deve essere necessariamente completato con la selezione del pulsante “Gestione contratto” .
Si raccomanda infine di seguire le istruzioni contenute nel documento “Gestione assunzioni – formalizzazione rapporto di lavoro t.d. periodi brevi” disponibile sul portale SIDI alla voce Gestione assunzioni (gestione corrente) - guide operative.
"

da nota MIUR n.3334/2013
"...è fondamentale che la procedura di inserimento in SIDI dei contratti sia completata e ciò si verifica esclusivamente con la selezione del pulsante “Gestione contratto “come indicato a pag. 24 del manuale utente “Gestione assunzioni – formalizzazione rapporto di lavoro t.d. periodi brevi”, della GUIDA.
L’aggiornamento dei contratti va eseguito secondo le istruzioni di cui alla pagina 8 della predetta GUIDA.

A tal riguardo si ricorda che lo stato in cui i contratti sono effettivamente visibili per essere contabilizzati sul portale SIDI è in:
STATO CONTRATTO RISPETTO A SPT
Qui deve risultare la seguente dicitura :
VALIDATO PER DL 95/2012 per supplenze brevi
ACQUISITO per supplenze lunghe.

Se compare nello stato di INSERITO, il contratto è ancora in bozza, per cui non viene in nessun modo visualizzato dalla Direzione e quindi contabilizzato. Occorre allora procedere all’aggiornamento secondo le istruzioni di cui alla predetta pagina 8.
"

da nota MIUR n.6348/2013
"...si rimanda alla Guida operativa SIDI per le funzioni di trasmissione dei contratti e si ribadisce di:
- validare i contratti inseriti a sistema avvalendosi dell’apposita funzione. I contratti non validati non sono visibili a questa Direzione e non saranno quindi presi in considerazione al fine dell’integrazione mensile dei fondi in questione (cfr. pag. 24 della Guida operativa SIDI per le funzioni di trasmissione dei contratti);
"
Info-Scuole.it
Amministratore
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 28/01/2013, 16:02

Riepilogo notizie: FINANZIAMENTI, RITENUTE, CEDOLINI

Messaggioda Info-Scuole.it » 21/05/2013, 12:35

B - ADEMPIMENTI FISCALI E PREVIDENZIALI:

Ritenute fiscali e previdenziali
CUD - 770
UniEMens - DMA 2

da nota MIUR n.5120/2012
"In riferimento alla circolare INPS del 7 agosto n.105 relativa alla confluenza della DMA (DMA 2) nel flusso UNIEMENS con decorrenza dal 1 novembre 2012 (retribuzioni ottobre 2012) si comunica quanto segue.
Alla luce delle novità introdotte dai recenti dettami normativi (Art. 7, comma 38 del DL 95 del 07/2012) riguardo alla gestione degli adempimenti retributivi e contributivi per le supplenze brevi del personale scolastico, da Gennaio 2013 la gestione dei servizi stipendiali e delle certiflcazioni previdenziali e fiscali, per la fattispecie di personale in oggetto, passerà in carico al Ministero dell'Economia e delle Finanze.
Pertanto si pregano le SS.LL di procedere per il periodo transitorio con l'inserimento delle informazioni necessarie per le certificazioni fiscali direttamente nell'applicativo messo a disposizione dall'ente previdenziale.
"

da nota MIUR n.8110/2012
"L'articolo 7 comma 38 del decreto legge 95/2012 dispone che il pagamento degli stipendi al personale supplente breve e saltuario sia effettuato mediante gli ordini collettivi di pagamento di cui all'articolo 2 comma 197 della legge 191/2009. Conseguentemente il pagamento sarà curato, a decorrere dal 1° gennaio 2013, dal Service NoiPA (già SPT) del MEF, a valere sulla quota degli appositi capitoli di bilancio iscritti nello stato di previsione del Ministero assegnata a ciascuna istituzione.
Alla norma si darà attuazione in modo progressivo:
- le scuole dovranno produrre i modelli CUD e 770 relativi i compensi pagati direttamente e quindi in particolare i modelli del 2013 relativi l'anno 2012. I modelli CUD e 770 riferiti ai compensi pagati dal Service NoiPA, ivi inclusi quelli ai supplenti brevi e saltuari per gli anni 2013 e successivi, saranno invece prodotti dal medesimo NoiPA;
- durante l'e.f. 2013 le istituzioni scolastiche ed educative dovranno comunicare mensilmente a NoiPA i compensi delle supplenze brevi al lordo dipendente, tenuto conto del servizio effettivamente prestato e delle eventuali trattenute per assenze. NoiPA provvederà ad erogare il netto, l'IRPEF, gli oneri e le ritenute a carico del lavoratore sulla base delle comunicazioni effettuate dalle istituzioni. NoiPA liquiderà altresì gli oneri a carico del datore di lavoro nonché l'IRAP, provvedendo al relativo pagamento e agli adempimenti relativi alle comunicazioni mensili agli enti previdenziali;
.....
Le ritenute erariali saranno liquidate ed applicate a cura di NoiPA, operando la proiezione della base imponibile su nove mesi come da Circolare Ministeriale 14 ottobre 1999, n. 244. Lo stesso NoiPA applicherà le detrazioni per carichi di famiglia in base alle dichiarazioni che ciascun supplente breve farà in autonomia circa il proprio stato familiare, avvalendosi delle apposite funzioni self-service disponibili sul portale noipa.mef.gov.it. Le detrazioni da lavoro dipendente saranno computate da NoiPA.
Si ritiene utile informare che la ritenuta dello 0,35% relativa il fondo credito sarà liquidata da NoiPA sull'imponibile previdenziale senza maggiorazione del 18% e quindi in maniera identica alla liquidazione già adottata per il personale scolastico di ruolo e supplente annuale o sino al termine delle attività.
"

da nota MIUR n.478/2013
"L’ importo della presente comunicazione è indicato al Lordo Dipendente, sono cioè al netto dei contributi previdenziali ed assistenziali a carico dello Stato e dell'IRAP.
Tali oneri riflessi saranno liquidati direttamente dal MEF-NoiPA e dunque codesta istituzione scolastica dovrà liquidare i compensi al personale al Lordo Dipendente.
"

da nota NoiPA n.17/2013
"Gli uffici devono indicare il trattamento economico spettante per il periodo di riferimento della segnalazione, al lordo delle ritenute previdenziali e distinto per codici assegni corrispondenti a voci stipendiali...
Il Sistema attribuisce in maniera automatica le detrazioni per lavoro dipendente. Le procedure di emissione attribuiscono anche eventuali detrazioni per familiari a carico per il personale già gestito dal sistema NoiPA. I singoli amministrati possono comunque, per mezzo dell’apposito servizio self-service disponibile nel portale NoiPA, procedere alla richiesta di attribuzione o alla variazione delle detrazioni per carichi familiari.
"

------------

C - LIQUIDAZIONI E CONSULTAZIONE CEDOLINI:

da nota MIUR n.8110/2012
"Una volta al mese e comunque al termine di ogni contratto le scuole dovranno comunicare a NoiPA la liquidazione, cioè il calcolo di quanto effettivamente spettante in funzione del servizio prestato dal singolo supplente breve e saltuario, al netto delle eventuali riduzioni e trattenute per assenze ed al lordo dei ratei di tredicesima maturati.
Le liquidazioni così comunicate dovranno essere oggetto di una convalida da parte sia del dirigente scolastico che del DSGA (cfr. articolo 12 comma 1 DI del 44/2001). Una volta convalidate saranno messe in pagamento da NoiPA sul primo cedolino di stipendio utile, secondo il calendario comune anche ai pagamenti delle spettanze accessorie.
"

da nota NoiPA n.17/2013
"Il pagamento delle retribuzioni in oggetto avverrà contestualmente all’emissione ordinaria mensile, in analogia a quanto già avviene per il pagamento delle competenze accessorie.
Il personale beneficiario delle somme in questione avrà la possibilità di consultare il proprio cedolino nell’apposita area privata del portale. Gli uffici di servizio forniranno assistenza agli amministrati nel reperire, tramite il servizio SPTModelli, l’ID cedolino necessario per il primo accesso.
"

da pagina dedicata su NoiPA
"Gli amministrati troveranno il proprio cedolino nell'apposita area privata del portale. Gli uffici di servizio forniranno assistenza agli amministrati nel reperire, tramite il servizio SPTModelli, l'ID cedolino necessario per il primo accesso.
...
PILLOLA INFORMATIVA PER GLI AMMINISTRATI:
Come fare per accedere all’Area riservata?
Per usufruire dei servizi è necessario entrare nell’Area riservata del portale fornendo le tue credenziali:
- il Codice Fiscale e la password
....
In caso di autenticazione con Codice Fiscale e password.
Le modalità di accesso sono diverse nel caso tu stia accedendo per la prima volta o effettuando accessi successivi.
Nel caso in cui tu sia esclusivamente un Amministrato del tuo Ente, per attivare la procedura di primo accesso all’Area riservata del portale avrai bisogno di alcune informazioni che ti saranno fornite dalla tua Amministrazione. Nel caso tu sia contemporaneamente dipendente ed operatore, le informazioni necessarie ad entrare per la prima volta nell’Area riservata ti saranno invece recapitate direttamente dal sistema NoiPA al tuo indirizzo e-mail.
In qualità di Amministrato, per effettuare il primo accesso, una volta ottenute le informazioni, seleziona il link “Accedi all’area riservata” , il sistema ti presenterà la pagina di login. Attiva quindi la procedura di Primo accesso e segui il percorso proposto dal sistema. Nel corso della procedura sarai tu stesso ad indicare la password che userai per accedere all’Area riservata. Da questo momento e per gli accessi successivi all’ Area riservata, dovrai utilizzare come credenziali di accesso il tuo Codice Fiscale e la password personale. Per gli accessi successivi al primo, inserisci quindi, nella pagina di login, il Codice Fiscale e la password, e clicca su login.
....
Esclusivamente per l’utilizzo dei servizi self service, il sistema NoiPA richiede un ulteriore codice, il PIN.
L’uso del PIN garantisce maggiore controllo e sicurezza nell’utilizzo di questi servizi. Per averlo è necessario che tu sia identificato da un funzionario incaricato del tuo ufficio.
Dovrai quindi rivolgerti alla tua Amministrazione recandoti presso l’Ufficio incaricato e farti identificare dal funzionario designato come Responsabile dell’Identificazione, al quale dovrai comunicare il tuo indirizzo di posta elettronica.
Il PIN ti sarà inviato all’indirizzo e-mail che tu stesso avrai indicato.
Userai inoltre il PIN ogni volta che vorrai usufruire di un servizio di tipo self service.
"

IN PRATICA:
La scuola, il primo e il secondo mese stamperà i cedolini del "nuovo" supplente breve dall'apposita funzione "SPT Modelli - Cedolini", consegnandoli al supplente e chiedendogli di registrarsi al portale NoiPa:
https://noipa.mef.gov.it – in alto a dx “Accedi all’area riservata” – poi “Primo accesso” (https://noipa.mef.gov.it/primoaccesso), che chiede i seguenti dati:

"Gentile utente, per effettuare la procedura di Primo accesso ti chiediamo di reperire le seguenti informazioni:
- Partita Stipendiale (il numero di partita viene attribuito al momento della creazione della partita di stipendio. Si trova in alto a sinistra del cedolino, nel riquadro dove è presente il cognome e il nome)
- Due Identificativi cedolino in tuo possesso relativi alle ultime 15 mensilità. (L'identificativo del cedolino è un codice alfanumerico che si trova in alto a destra del cedolino, a fianco al codice fiscale) Se non li possiedi, rivolgiti all'Ufficio che amministra la tua partita stipendiale.
- Casella di posta elettronica (personale o istituzionale): il sistema controlla che non sia già associata ad altro utente.
"
Info-Scuole.it
Amministratore
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 28/01/2013, 16:02


Torna a Pagamenti del Tesoro dal 2013

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 2 ospiti

cron