Riepilogo notizie: SUPPLENZE DICEMBRE 2012

Liquidazioni e cedolini dal 2013 - Cedolino Unico - Portale NoiPA

Riepilogo notizie: SUPPLENZE DICEMBRE 2012

Messaggioda Info-Scuole.it » 01/02/2013, 13:56

(INDICAZIONI SUL PAGAMENTO DELLE) SUPPLENZE DI DICEMBRE 2012
(aggiornato al 21/06/13)

1) da nota MIUR n.8110/2012:
"Supplenze brevi e saltuarie - Gestione tramite Cedolino Unico

L'articolo 7 comma 38 del decreto legge 95/2012 dispone che il pagamento degli stipendi al personale supplente breve e saltuario sia effettuato mediante gli ordini collettivi di pagamento di cui all'articolo 2 comma 197 della legge 191/2009. Conseguentemente il pagamento sarà curato, a decorrere dal 1° gennaio 2013, dal Service NoiPA (già SPT) del MEF, a valere sulla quota degli appositi capitoli di bilancio iscritti nello stato di previsione del Ministero assegnata a ciascuna istituzione.
.....
All'inizio del prossimo esercizio finanziario, questa Direzione esaminerà gli impegni di spesa relativi l'e.f. 2012 iscritti nei bilanci di ciascuna istituzione scolastica ed educativa, al fine di regolare eventuali somme non coperte dalle assegnazioni già disposte nel corso del 2012 sulla base degli impegni sino al mese di novembre. Al riguardo, ciascuna istituzione dovrà:
- iscrivere nel bilancio 2012 gli impegni corrispondenti ai contratti perfezionati, per la parte afferente l'e.f. 2012, inclusi quelli relativi il mese di dicembre. Naturalmente non dovranno essere iscritti impegni per la parte dei contratti relativa periodi successivi al 31 dicembre del citato anno;
- trasmettere al Ministero, entro il termine del 5 gennaio, il rendiconto progetti/attività (modello I) relativo al mese di dicembre 2012. Si raccomanda di trasmettere il modello I per il mese di dicembre anche qualora non si sia già provveduto all'approvazione del conto consuntivo. Sarà sempre possibile reinviare il modello in seguito, qualora occorra modificarlo, col supporto del referente regionale per la sicurezza informatica;
- attendere che il Ministero comunichi, ad inizio 2013, la somma, quota parte dell'impegnato sino a dicembre 2012, che risulta non coperta dalle assegnazioni disposte nel corso dello stesso anno. Tale somma, che tipicamente riguarderà i contratti sottoscritti nel mese di dicembre, sarà oggetto di apposita assegnazione integrativa di quella di cui al paragrafo "Assegnazione per le supplenze brevi e saltuarie", per consentire il pagamento nel corso del 2013 a mezzo del sistema NoiPA come di seguito descritto. La medesima nota darà istruzioni circa le eventuali conseguenti rettifiche alle scritture contabili da apportare agli impegni per supplenze iscritti nell'e.f. 2012.
....
Si raccomanda in particolare di inserire sul sistema SIDI, qualora non si sia già provveduto, anche i contratti che pur iniziando nel 2012 terminino nel 2013. La Direzione generale per il personale scolastico diramerà a breve istruzioni circa i contratti in parola e le modalità di inserimento sul SIDI.
"

2) da nota MIUR n.362/2013:
"...si integrano le istruzioni citate con le seguenti:
- le somme spettanti ai supplenti brevi e saltuari per servizio prestato sino al 30 novembre 2012 dovranno essere pagate da ciascuna scuola direttamente, senza avvalersi della procedura del cosiddetto Cedolino Unico.
Sarà cura di questa Direzione assegnare e/o erogare le somme non ancora assegnate e/o erogate allo scopo, sulla base dei dati già trasmessi da codesta scuola relativi al mese di novembre (ed. "flussi di cassa");
- le somme spettanti ai supplenti brevi e saltuari per servizio prestato tra il primo dicembre 2012 e il 31 dicembre 2012 dovranno essere pagate da ciascuna scuola mediante la procedura del cd. Cedolino Unico e quindi a mezzo del sistema informativo NoiPA.
Sarà cura di questa Direzione assegnare tramite la stessa procedura le somme occorrenti allo scopo.
Nel caso in cui la scuola abbia già provveduto nel corso del 2012 al pagamento delle somme di cui sopra, così come risulta dai dati già trasmessi relativi al mese di dicembre (cd. "flussi di cassa"), questa Direzione provvederà ad assegnare ed erogare una somma pari a quanto anticipato.
"

3) da nota Mef NoiPA n.17/2013:
"Per rispondere alle esigenze manifestate da numerosi uffici relativamente al pagamento delle retribuzioni del mese di dicembre ancora non liquidate, in via del tutto eccezionale questa Direzione ha previsto un’emissione speciale nel corso del mese di febbraio, per consentire il pagamento al personale entro lo stesso mese. Dettagli e modalità operative saranno forniti con apposito messaggio."

4) da nota Mef NoiPA n.22/2013:
"Come anticipato nel messaggio n. 017/2013 del 28 gennaio 2013, per consentire il pagamento delle retribuzioni arretrate al personale supplente breve entro il mese di febbraio, in via del tutto eccezionale questa Direzione ha previsto un’emissione speciale per lunedì 18 febbraio.
Pertanto, tutti gli elenchi che entro le ore 18.00 del suddetto giorno avranno completato l’iter autorizzativo, saranno oggetto di emissione speciale.
"

5) da nota MIUR n.1032/2013:
"Facendo seguito alla nota prot. 362 del 21 gennaio 2013 "Istruzioni circa i contratti di supplenza breve e saltuaria sino a dicembre 2012" si comunica che è stata assegnata al sistema SICOGE, sul relativo POS XX XXXX della scuola, la somma pari ad euro X.XXX,XX sul capitolo 1229/1 per consentire il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie relative al mese di dicembre 2012 impegnate e non pagate, come desunte dallo scarico dei flussi del SIDI alla data del 9 gennaio u.s.
Detta assegnazione sarà resa effettivamente disponibile sul sistema SICOGE entro breve e comunque successivamente alla data del 18 febbraio di chiusura della rata per lo stesso mese.
Per inciso si rammenta che è comunque già possibile procedere al pagamento, tramite il service NoiPA, degli stipendi di dicembre utilizzando le disponibilità presenti a seguito dell'assegnazione data con la nota per il PA 2013.

La suddetta somma è calcolata al lordo dipendente, cioè al netto dei contributi previdenziali ed assistenziali a carico dello Stato e dell'IRAP.
Infatti alla liquidazione e al pagamento degli oneri riflessi a carico del datore di lavoro e dell'IRAP provvede il service NoiPA, senza che occorra un'assegnazione specifica a favore di codesta istituzione.

Codesta istituzione dovrà quindi provvedere a ridurre gli impegni di spesa iscritti nel bilancio 2012 con riferimento alla componente lordo dipendente (tipi/voci 1,1 e 1,2), in misura corrispondente all'assegnazione lordo dipendente di cui sopra, nonché con riferimento al lordo Stato (tipo/voce 1.11).

Si ribadisce infine quanto già detto con la citata nota prot. 362 del 21 gennaio 2012, in merito alle somme già pagate entro il mese di dicembre 2012 avvalendosi delle disponibilità di cassa iscritte nel conto di tesoreria.
"

6) da nota MIUR n.1714/2013 e n.1987/2013:
"Si comunica l'assegnazione e contestuale erogazione mediante caricamento sul sistema SICOGE e sul POS ( Punto Ordinante di Spesa) di codesta scuola al Lordo dipendente di € X.XXX,XX per il pagamento delle supplenze brevi e saltuarie relative al periodo gennaio-dicembre 2012 impegnate e non pagate.

Si coglie l'occasione per rammentare che eventuali supplenze brevi e saltuarie rimaste da pagare riferite all’anno finanziario 2012 devono essere pagate con le assegnazioni ed erogazioni effettuate nel corso dell’anno 2012 a tal fine o, nel caso in cui non fossero sufficienti, con la presente assegnazione sul cedolino unico.

L'assegnazione di cui sopra è stata disposta sulla base della somma impegnata e pagata (considerata al lordo Stato) per supplenze brevi e saltuarie da codesta scuola alla data del 31 dicembre 2012, nonché della somma già assegnata ed erogata da questa Direzione a tal fine.

La somma impegnata per supplenze da codesta scuola nel corso dell'e.f. 2012 è stata ricostruita sulla base dei dati relativi il mese di dicembre comunicati entro il 15 febbraio 2013, quale somma dell'impegnato iscritto nella scheda "A03 Spese di Personale" per il tipo "1 Spese di personale" voci "1 Supplenze brevi docenti", "2 Supplenze brevi ATA" ed "11 Oneri riflessi ed IRAP a carico del datore di lavoro", detratto il 32,7% dell'impegnato iscritto nelle altre voci (quelle dalla 3 alla 10) del tipo "1 Spese di personale".
[Impegnato l.S.] = [Impegnato 1.1] + [Impegnato 1.2] + [Impegnato 1.11] - max (0, [Impegnato 1.3, 1.4, 1.5, 1.6, 1.7, 1.8, 1.9, 1.10] x 0,327)
La somma pagata da codesta scuola è stata ricostruita in maniera simile.

Ciò premesso l'assegnazione di cui sopra è pari, espressa al lordo Stato, alla differenza tra quanto impegnato e il valore più alto tra quanto pagato da codesta scuola e quanto assegnato/erogato a codesta scuola nel corso del 2012. Detta assegnazione è suddivisa tra lordo dipendente, oneri a carico del datore di lavoro ed IRAP tenendo conto che la quota del 2,5% sul'80% dell'imponibile previdenziale per l'opera di previdenza/tfr è considerata a carico del datore di lavoro al pari dell'analoga quota del 7,1% sull'80%.
[Nuova assegnazione l.S sul CU] = [Impegnato l.S.] - max ([Pagato l.S.], [Assegnato/erogato 2012 l.S.])

Codesta istituzione dovrà quindi provvedere a ridurre gli impegni di spesa iscritti nel bilancio 2012 con riferimento alla componente lordo dipendente (tipi/voci 1,1 e 1,2), in misura pari all'assegnazione lordo dipendente di cui sopra. Codesta scuola dovrà inoltre ridurre corrispondentemente gli impegni riferiti agli oneri riflessi a carico del datore di lavoro e dell’IRAP (tipo/voce 1.11).

NB: poiché codesto istituto ha già ricevuto una integrazione sul cedolino unico per l’anno 2012, comunicata con nota prot. n. 1032 del 18 febbraio 2013, pari a X.XXX,XX euro al lordo dipendente, la somma che risulta eccedente pari a X.XXX,XX euro deve essere utilizzata per le spese di supplenze brevi e saltuarie dell’anno 2013.
"

7) da nota MIUR n.3336/2013:
"E’ in corso di predisposizione una specifica rilevazione che , a breve verrà aperta al SIDI , finalizzata a definire in via ultimativa il residuo fabbisogno o le eccedenze attualmente presenti per spese di supplenze brevi e saltuarie relative all’anno finanziario 2012.
Si sono infatti verificate, per alcune scuole, situazioni anomale che hanno reso di fatto i dati rilevati con i flussi di bilancio non efficaci per una corretta determinazione di quanto ancora da corrispondere piuttosto che da recuperare, sia attraverso la cassa che il cedolino unico.
La rilevazione, che a breve verrà rivolta a tutte le scuole, richiederà in una seconda fase la validazione obbligatoria da parte del revisore dei conti. Le scuole che non riceveranno la validazione dei dati trasmessi da parte dei revisori saranno tenute a giustificare i dati trasmessi.

La rilevazione sarà volta a registrare le seguenti casistiche:

- Integrazioni da ricevere sulla cassa (deve essere indicato il lordo Stato).
Si rivolge a:
1. scuole che devono ricevere ancora in parte o tutta l’anticipazione di cassa effettuata nel corso del 2012 per l’ultimo periodo.
2. scuole che hanno effettuato pagamenti con la cassa per supplenze 2012 ad inizio dell’anno finanziario 2013, dato non rilevabile dai flussi di bilancio 2012. Per queste scuole, gli importi caricati sul cedolino unico con competenza 2012 e non utilizzati, devono essere impiegati per le spese di supplenza 2013.
3. scuole dimensionate della regione Sicilia, che non hanno potuto provvedere all’invio dei flussi di bilancio nei tempi utili alla lettura, avendo un bilancio a 16 mesi. L’importo da registrare riguarda la sola parte anticipata con la cassa, in quanto gli importi non anticipati dalla scuola e non ancora corrisposti saranno caricati attraverso cedolino unico.

- Integrazioni da ricevere sul cedolino unico (deve essere indicato il lordo dipendente).
Si rivolge a:
1. scuole dimensionate della Sicilia per la parte non anticipata con la cassa, e pertanto da corrispondere attraverso cedolino unico
2. scuole che abbiano abbassato l’impegno di spesa per supplenze 2012 prima di ricevere i fondi corrispondenti sul cedolino unico, per le quali il fabbisogno non è più leggibile dai flussi trasmessi come differenza tra l’impegnato e l’erogato. Queste scuole hanno utilizzato i fondi caricati sul cedolino unico con competenza 2013 per coprire le spese residue del 2012, sottraendole alla capienza per il 2013.

- Eccedenze sulla cassa (deve essere indicato il lordo Stato).
Si rivolge a:
1. scuole che hanno eccedenze di cassa per supplenze brevi e saltuarie, sia riferite all’anno corrente che ad esercizi precedenti. Le scuole che hanno eccedenze per spese di supplenze brevi e saltuarie, anche riferite ad esercizi finanziari pregressi, lo devono dichiarare espressamente attraverso la rilevazione, anche se già comunicato attraverso mail o fax. Si coglie l’occasione per chiarire che l’anticipazione di cassa già effettuata dalle scuole è stata calcolata confrontando il pagato dalle scuole al 31 dicembre 2012 con l’erogato durante l’anno 2012. Alcune scuole hanno provveduto a pagare quanto ancora non corrisposto dal Ministero utilizzando fondi disponibili e residui, per cui l’integrazione successivamente corrisposta attraverso le contabilità speciali, e comunicata con nota prot.n.2411 del 15 aprile 2013, non era in realtà necessaria. L’eccedenza totale, comprensiva di eventuali residui pregressi e delle integrazioni non necessarie, deve essere evidenziata attraverso la rilevazione. L’ufficio scrivente darà successivamente disposizioni sul corretto utilizzo degli importi comunicati e rilevati.

- Eccedenze sul cedolino unico (deve essere indicato il lordo dipendente):
1. le scuole che hanno ricevuto sul cedolino unico importi con competenza 2012, ma non li hanno utilizzati, li devono impiegare per coprire il fabbisogno per supplenze brevi e saltuarie del 2013. Si fa presente che le somme residue sui capitoli del cedolino unico saranno ritirate alla data del 31 agosto 2012.

- Pagamenti anomali.
Si rivolge a:
1. Scuole che hanno effettuato pagamenti “anomali” anticipando parte del dovuto, ad esempio solo i netti o solo gli oneri riflessi. Per queste scuole al momento è previsto solo il censimento

- Scuole che hanno ricevuto correttamente copertura per il fabbisogno 2012:
1. Queste scuole non dovranno inserire importi ma troveranno un voce dedicata da spuntare.
"

8) da note MIUR n.3917/2013 e n.3973/2013:
"Si comunica che dal giorno 20 giugno 2013 verrà resa disponibile al SIDI la funzione di rilevazione Fabbisogni/Eccedenze pagamenti per supplenze brevi e saltuarie A.F. 2012., che rimarrà aperta fino al 26 giugno 2013, Un preannuncio sull’importanza e sulle finalità della rilevazione è stato già fornito con nota prot. n. 3336 del 28 maggio 2013 e in allegato si riporta la schermata di inserimento dati.
La rilevazione è finalizzata a raccogliere i dati su eventuali integrazioni per il fabbisogno pagamento supplenze brevi e saltuarie e/o eccedenze di erogazioni per supplenze brevi e saltuarie dell’A.F. 2012. Pertanto eventuali integrazioni riferite all’anno 2013 (in questo caso solo sul cd “cedolino unico”) non devono essere qui riportate.

Scorrendo la videata:

- Il campo “niente da rilevare” deve essere spuntato dalle scuole che hanno ricevuto correttamente quanto pagato per spese di supplenze 2012 espletate nel periodo 1 gennaio - 31 dicembre 2012, e che non hanno nè eccedenze né fabbisogni ulteriori da dichiarare per il 2012 e non hanno neanche eventuali eccedenze relative ad anni pregressi.
Infatti si segnala che le scuole che, pur avendo ricevuto in misura corretta la copertura per il fabbisogno per supplenze del 2012, hanno a disposizione sulla cassa somme erogate per spese di supplenze in esercizi finanziari precedenti e non utilizzate, devono evidenziare l’importo eccedente nel campo successivo Eccedenza di cassa e quindi hanno da rilevare dati finanziari anteriori al 2012.

- Il campo "fabbisogno sul cedolino unico" deve essere compilato, inserendo il lordo dipendente, dalle scuole che hanno ricevuto durante il 2013 integrazioni sul cedolino unico, espressamente riferite all'a.f. 2012, inferiori al fabbisogno. In particolare, ricadono in questa casistica le scuole che, a seguito della comunicazione del Ministero che le ultime mensilità, se non già anticipate con la cassa, sarebbero state coperte con i caricamenti su cedolino unico, hanno abbassato l'impegnato trasmesso con i flussi di bilancio prima di ricevere materialmente le integrazioni, impedendo di fatto la lettura del fabbisogno che si basava sui dati trasmessi con i flussi. Alcune di queste scuole hanno pagato le ultime mensilità attingendo ai caricamenti effettuati sul cd “cedolino unico” con competenza 2013, spostando lo scoperto sull'anno corrente.
Si avverte che NON devono compilare questo campo le scuole che richiedono integrazioni per l'anno 2013, senza avere uno scoperto del 2012, in quanto le integrazioni del 2013 sono determinate dalla lettura dei contratti trasmessi al SIDI e seguiranno solo ed esclusivamente questo canale di monitoraggio.

- Il campo "eccedenze sul cedolino unico" deve essere compilato, inserendo il lordo dipendente, dalle scuole che nel corso del 2013 hanno ricevuto integrazioni sul cd “cedolino unico” espressamente riferite all'A.F. 2012 superiori al reale fabbisogno.
Deve in questo caso essere dichiarata l'eccedenza non utilizzata. Ricadono in questa casistica le scuole che hanno effettuato anticipazione di cassa durante i primi giorni del 2013, dato non rilevabile dalla lettura dei flussi di bilancio del 2012, e per i quali il fabbisogno residuo era stato corrisposto mediante cd “cedolino unico”. L'importo non utilizzato dovrà corrispondere con la componente lordo dipendente del fabbisogno di cassa che queste scuole inseriranno.

- Il campo "fabbisogno di cassa" deve essere compilato, separando il lordo dipendente e gli oneri, dalle scuole che hanno effettuato anticipazione di cassa per coprire spese di supplenze dell'anno 2012 e non hanno ad ora ricevuto l'integrazione necessaria. Ricadono in questa casistica anche le scuole che hanno effettuato le anticipazioni di cassa nei primi giorni del 2013 e che hanno ricevuto l'integrazione mediante cd “cedolino unico”.

Si fa presente che nel corso del 2013, con nota prot. n.2411 del 15 aprile 2013, è stata comunicata ad alcune scuole una integrazione di cassa effettuata mediante l'utilizzo delle giacenze presso le contabilità speciali. Tale integrazione doveva pervenire alle scuole attraverso gli USR e gli ATP. Nel caso in cui la scuola non abbia ricevuto ancora materialmente la suddetta integrazione, tale omissione va segnalata alla scrivente Direzione Generale delle Politiche Finanziarie e del Bilancio con specifica nota avente ad oggetto: “mancato trasferimento da contabilità speciale per supplenze”all’indirizzo di posta elettronica: [email protected], mentre, ai fini della rilevazione, gli importi comunicati vanno in ogni caso considerati come già incassati.

- Il campo "eccedenze sulla cassa" deve essere compilato, inserendo separatamente il lordo dipendente e gli oneri, dalle scuole che hanno ricevuto erogazioni di cassa per spese di supplenze brevi e saltuarie per l'A.F. 2012 superiori al reale fabbisogno.
Devono compilare questa sezione anche le scuole che, pur avendo ricevuto in maniera corretta la copertura per le supplenze del 2012, hanno a disposizione somme destinate a supplenze di esercizi finanziari precedenti. Deve essere indicata nella rilevazione la parte non utilizzata e quindi ad oggi disponibile.
Rientrano in questa casistica anche le scuole che hanno attinto ad economie disponibili, dato non rilevato dal meccanismo di lettura dei flussi di bilancio, per le quali è stata erogata una copertura in realtà non necessaria. Pertanto tutte le scuole che ad oggi hanno a disposizione somme erogate per spese di supplenze, anche riferite ad anni pregressi, e non utilizzate, devono sempre e in ogni caso dichiarare la loro parte disponibile in questa sezione, in modo che la Direzione scrivente possa dare corrette disposizioni in merito all'utilizzo di tutte queste somme.
Si fa presente che non è autorizzato l'impiego di somme già erogate per supplenze brevi e saltuarie al fine di estinguere i cd “residui attivi”.

- Il campo “presenti pagamenti anomali” dà la possibilità di evidenziare se se si siano effettuati pagamenti “anomali”, ad esempio solo i netti o solo gli oneri riflessi e per ora solo a fini di censimento.

I dati inseriti e salvati dalle singole scuole ( nel periodo della rilevazione i dati possono essere sempre rimossi, modificati e salvati nuovamente ) dovranno poi essere validati dai revisori dei conti che potranno effettuare anche da remoto le relative operazioni dal 27 giugno 2013 al 3 luglio 2013.
Resta inteso che non sarà presa in considerazione alcuna richiesta integrativa per pagamenti di supplenze brevi e saltuarie al di fuori della presente rilevazione.
Si precisa che i tempi di apertura/chiusura della rilevazione sono per necessità contingentati in quanto si intende chiudere tutte le questioni ancora irrisolte in tema pagamento supplenze brevi e saltuarie entro il 31 agosto p.v., data in cui la possibile variazione dei codici meccanografici delle scuole renderebbe del tutto inutile la raccolta dei dati offerti dalla presente rilevazione.

....si precisa che il termine “ incassati “ usato per indicare gli importi non ancora introitati dalle cd “contabilità speciali” degli Uffici Scolastici Territoriali ad integrazione delle anticipazioni di cassa a suo tempo effettuate da molte scuole per il pagamento delle supplenze del mese di dicembre 2012 NON VA INTESO nel senso tecnico , ma solo come DISPONIBILITA’ degli importi, in attesa del formale incasso della somma.
"
Info-Scuole.it
Amministratore
 
Messaggi: 203
Iscritto il: 28/01/2013, 16:02

Torna a Pagamenti del Tesoro dal 2013

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 5 ospiti

cron